Media&News

LegoDigit - Universe Web, cucitrice a filo refe

Case study
Alessandro Leto (Amministratore Delegato LegoDigit) e sullo sfondo, Universe Web, cucitrice automatica a filo refe
23 May 2019

L'esperienza di LegoDigit nella produzione di libri in digitale con carte sottili e con Universe Web, cucitrice automatica a filo refe

LegoDigit è un’azienda di stampa digitale fondata nel 2013 a Lavis, in provincia di Trento, focalizzata nella produzione di libri con stampa digitale inkjet a bobina in tirature che variano da 10 a 1.500 copie.

«L’azienda cresce sia come fatturato che come numero di libri confezionati,» afferma Alessandro Leto, amministratore delegato, «nel 2018 sono stati prodotti circa 2 milioni di libri, tutti stampati in digitale e cuciti a filo refe».

L’azienda si posiziona sul mercato come un partner affidabile per gli editori che necessitano di immettere sul mercato libri di qualità, in tempi brevi e in piccole e medie tirature, così da rispondere in modo puntuale alla domanda del mercato. L’obiettivo strategico per LegoDigit è quello di diventare il “magazzino virtuale” dell’editore che, in questo modo, è in grado di abbattere i costi di stoccaggio e di macero, riducendo notevolmente il costo complessivo dell’intero ciclo di vita di un titolo pubblicato.

Sfida

Produrre libri cuciti di qualità, partendo da bobine stampate in digitale su carta sottile (fino a un minimo di 40 grammi).

Soluzione

Universe Web, cucitrice automatica a filo refe, integra i processi di svolgimento della bobina e taglio, permettendo di gestire efficacemente dalle brevi alle medie tirature e di confezionare libri di alta qualità. La linea riduce i costi di produzione minimizzando il personale impiegato ed eliminando processi non produttivi come taglio, impilatura e movimentazione della carta.

Risultati

«Siamo soddisfatti della nuova linea. Grazie a Universe Web siamo ora in grado di produrre libri su carta sottile quali: codici, libri religiosi e guide turistiche. La combinazione stampa-finitura che si determina ci consente di raggiungere livelli complessivi di qualità elevata» afferma Alessandro Leto, «Inoltre, l’assenza delle tasche di piega consente di superare il limite dell’imposizione a 16-esimi, permettendo di modulare in modo variabile la composizione del libro così da ridurre o addirittura eliminare il numero di pagine bianche all’interno di esso.»

«Con la nuova linea,» continua Leto, «abbiamo accesso ad un nuovo mercato e riusciamo a rispondere ancora meglio alle richieste che ci giungono dagli editori».

Download

Case study

Correlate

Media&News

Contattaci

Richiesta informazioni

Qualche Domanda?

Se hai qualche domanda, non esitare a contattarci.

(+39) 035 585 111